IN RETE CON IL CORPO E LA MENTE AL SERVIZIO DEL BEN ESSERE

Statuto

  • ARKIS: BEN ESSERE E YOGA IN RETE Associazione culturale, educativa, sociale e sportiva dilettantistica”

STATUTO

    * * *

  1. DENOMINAZIONE E SEDE

    1. E' costituita, con riferimento all'art.18 della Costituzione della Repubblica Italiana ed agli articoli 36 e seguenti del Codice Civile, l'Associazione  denominata: “ARKIS: BEN ESSERE E YOGA IN RETE - Associazione culturale, educativa, sociale e sportiva dilettantistica”.

    2. L'Associazione ha sede a Monterenzio (BO), attualmente in Via Caivola, 3. Il trasferimento della sede nell'ambito della provincia di Bologna non comporta modifica del presente statuto.

    3. Potranno essere istituite sedi secondarie nei luoghi ritenuti più opportuni per il miglior perseguimento dell'oggetto sociale.

  2. SCOPI ED OGGETTO SOCIALE

L’associazione è apartitica, laica, neutrale, indipendente e non ha fini di lucro.

Essa si propone esclusivamente finalità di promozione del ben-essere  di

bambini e bambine,  ragazzi e ragazze e adulti e di  prevenzione del disagio fisico, psichico, e sociale, mediante lo svolgimento di attività sportivo  dilettantistico, progetti  ed eventi a carattere socio-educativo, ricreativo - psicologico, sociale e culturale nei confronti dei destinatari succitati al fine di offrire loro un concreto sostegno.

Essa persegue lo scopo di promuovere ed attivare attività nell'ambito della prevenzione di situazioni di disagio e della promozione dell'agio e del benessere in stretto contatto con le Istituzioni Sportive,Educative,Sociali  e Sanitarie attraverso l'attivazione di “reti” tra Istituzioni, Servizi pubblici e privati, Associazionismo e Terzo Settore.

    1. L’associazione, per perseguire tali scopi, si propone inoltre la finalità di collaborare con le Istituzioni per la redazione e sperimentazione di progetti,  studi ed interventi di ricerca,  prevenzione, solidarietà sociale e sensibilizzazione al disagio in qualsiasi forma esso si manifesti. L’associazione ha per finalità la crescita dell’individuo, il suo ben-essere e la sua socializzazione adottando un approccio olistico alla crescita e facendo leva sulla valorizzazione dell'attività sportivo-dilettantistica  nonché sull'attività culturale, educativa, sociale anche attraverso la divulgazione e l’apprendimento di discipline quali lo yoga e di altre il cui ancoraggio fa proprie culture di origine orientale e occidentale, considerate particolarmente idonee alla stimolazione e alla realizzazione di uno stato di benessere sul piano fisico, emotivo e mentale, per un approccio formativo integrato a livello educativo. Le  attività educative, ricreative, artistiche e culturali, coerenti con le finalità associative, perseguono la  formazione integrale della persona secondo i principi della non violenza e della educazione alla pace.

    2. Per il raggiungimento dei propri scopi l'Associazione potrà, anche in regime di convenzione con gli enti pubblici, tra l'altro:

organizzare attività di promozione dell'attività sportiva dilettantistica, compreso lo svolgimento di attività didattica per l'avvio, l'aggiornamento ed il perfezionamento nelle diverse discipline, valorizzando al massimo ilterritorio inteso come luogo di memoria ;   

  • condurre e gestire impianti sportivi e ricreativi;

  • promuovere lo studio e la documentazione di opere divulgative

    dell'attività e la pubblicazione di periodici e notiziari riguardanti le attività associative;

  • organizzare conferenze, seminari, eventi, laboratori ed altre attività culturali e ricreative coerenti con le finalità associative;

  • Incoraggiare, sostenere, promuovere le attività di informazione e sensibilizzazione per una cultura della pace, del ben-essere e dell'inclusione di ogni tipo di diversità e disabilità;

  • Sostenere, promuovere, organizzare la formazione e l’aggiornamento del personale di Istituzioni pubbliche e private, aziende e associazioni;

  • Ideare e realizzare percorsi e progetti  tesi alla promozione del ben-essere  psico fisico di bambini e bambine,  ragazzi e ragazze, adolescenti e adulti all'interno di istituzioni educative, scolastiche, sociali e sanitarie e di aziende pubbliche e private interessate al ben-essere del proprio personale; 

  • Favorire e promuovere eventi culturali, sportivi, letterari e scientifici volti alla promozione di una cultura del ben-essere, della pace e dell'inclusione di ogni diversità e disagio;

  • Incrementare il confronto con esperienze italiane e straniere;

  • Intrattenere, favorire, promuovere rapporti di collaborazione e/o di interazione e scambio con associazioni, istituzioni, fondazioni e università nonché altri organismi pubblici e privati;  in particolare con i servizi pubblici le cui finalità siano affini a quelle dell’associazione stessa;

  • Ideare, sostenere, organizzare, promuovere, realizzare manifestazioni, scambi culturali ed iniziative con riguardo ad accadimenti, eventi, fatti, informazioni inerenti alle finalità e all’attività dell’associazione stessa. A tale scopo l’associazione potrà avvalersi, a livello locale, nazionale ed internazionale, della stampa, della radiotelevisione, dei sistemi telematici, di quelli multimediali e virtuali, utilizzando le forme ed i mezzi di comunicazione ritenuti più opportuni;

 

  • favorire momenti di ricreazione e di aggregazione dei soci, anche attraverso l'istituzione e gestione di servizi ristorativi, nel rispetto delle prescrizioni di legge che regolano la materia;

  • svolgere ogni altra attività che sia coerente con le finalità statutarie incluso lo svolgimento, in via sussidiaria e non principale, di attività commerciali;

  • Farsi promotrice di qualunque attività culturale, divulgativa, ludica etc. destinata al reperimento di fondi necessari per il finanziamento delle proprie attività istituzionali presso soggetti pubblici, privati, nazionali ed internazionali;

2.3 Per la parte riguardante le attività sportive, l'Associazione esplicitamente accetta, ed intende quindi integralmente richiamate ed accolte nel presente Statuto, le norme e direttive del Coni, nonché quelle derivanti dagli statuti e regolamenti delle Federazioni Sportive, Discipline Associate e degli Enti di Promozione Sportiva ai quali intende affiliarsi nell'ambito dei propri fini istituzionali.

  1. DURATA

3.1  L'Associazione ha durata illimitata. Lo scioglimento dell'Associazione potrà essere deliberato solo dall'Assemblea generale dei soci nel rispetto di

quanto previsto al successivo art. 16.

  1. DIRITTI E DOVERI DEI SOCI

    1. Possono far parte dell'Associazione tutti coloro che, condividendone finalità, Statuto e regolamenti, ne facciano domanda. Viene espressamente escluso ogni limite sia temporale che operativo al rapporto associativo e ai diritti che ne derivano.

    2. Tutti i Soci che abbiano raggiunto la maggiore età hanno diritto di partecipazione e voto in ogni assemblea dell'Associazione, ivi incluse quelle che approvano lo Statuto ed i regolamenti, che nominano gli organi direttivi dell'Associazione ed in quelle che ne approvano il bilancio.

    3. Ciascun socio maggiorenne in possesso dei requisiti richiesti dal presente Statuto può essere eletto a componente degli organi direttivi dell'Associazione.

    4. La qualifica di Socio dà diritto a frequentare i locali e gli impianti sociali nel rispetto dei regolamenti, nonché ad usufruire dei servizi dell'Associazione. 

  2. DOMANDA DI AMMISSIONE

    1. Per ottenere l'ammissione all'Associazione occorre:

      • presentare domanda alla Segreteria dell'Associazione compilando  l'apposito modulo;

      • accettare le norme del presente Statuto nonché, per le attività sportive, il tesseramento alla Federazione o Disciplina Associata competenti e/o all'Ente di Promozione Sportiva di appartenenza;

      • versare la quota associativa e le quote per il tesseramento.

        5.2. Espletate le formalità di cui sopra il richiedente entra immediatamente a far parte dell'Associazione. Nei sette giorni successivi alla presentazione della domanda il Consiglio Direttivo può, con delibera motivata, respingere la domanda del socio, mettendo a sua disposizione per la restituzione le somme ricevute a titolo di quota associativa e di tesseramento. Il richiedente che veda respinta la propria domanda di ammissione può domandare, per iscritto entro i sette giorni successivi alla notizia della delibera, che la decisione del consiglio Direttivo sia sottoposta all'Assemblea generale dei soci nella prima riunione utile.

5.3. Le domande di ammissione a Socio presentate da minorenni dovranno essere controfirmate dall'esercente la potestà parentale, il quale rappresenterà nei confronti dell'Associazione l'associato minore di età e ne assumerà tutte le relative obbligazioni.

  1. DECADENZA DEI SOCI

    1. I Soci cessano di appartenere all'Associazione:

  1. per scioglimento dell'Associazione;

  2. per dimissioni volontarie fatte pervenire in forma scritta alla Segreteria dell'Associazione;

  3. per mancato pagamento della quota annuale entro 30 giorni dall'inizio di ciascun esercizio sociale;

  4. per radiazione, deliberata dalla maggioranza assoluta del Consiglio Direttivo, pronunciata contro il Socio che abbia commesso azioni ritenute disonorevoli entro e fuori dell'Associazione o che, con la sua condotta, costituisca ostacolo al buon andamento del sodalizio. La radiazione resta sospesa fino alla prima Assemblea utile che dovrà essere chiamata, tra l'altro, a ratificare il provvedimento. Il socio radiato  non potrà più essere riammesso.

7 . ORGANI

7.1 Gli Organi Sociali sono: a) l'Assemblea Generale dei Soci; b) il Consiglio Direttivo ; c) il Presidente .

8  ASSEMBLEA

8.1. L'Assemblea Generale dei Soci regola la vita associativa, è sovrana ed è il massimo organo deliberativo dell'Associazione. Quando è regolarmente convocata rappresenta l'universalità  degli associati e le deliberazioni da essa legittimamente adottate obbligano tutti gli associati, anche se non intervenuti o dissenzienti.

9 . CONVOCAZIONE E FUNZIONAMENTO DELL'ASSEMBLEA

9.1. L'Assemblea può essere convocata, oltre che dal Consiglio Direttivo a seguito di propria deliberazione, da almeno 1/10 dei soci che siano in regola con il pagamento delle quote associative e che, proponendo l'elenco delle materie da discutere, ne facciano esplicita richiesta al Consiglio Direttivo. In tal caso l'Assemblea dovrà essere convocata entro venti giorni dal ricevimento della richiesta.

In ogni caso l'Assemblea deve essere convocata entro quattro mesi dalla fine di ciascun esercizio sociale, per l'approvazione del bilancio d'esercizio.

9.2. L'Assemblea dovrà essere convocata presso la sede dell'Associazione o, comunque, in luogo idoneo a consentire la massima partecipazione degli associati.

9.3. La convocazione dell'Assemblea avviene
per mezzo di avvisi affissi presso la Sede Sociale e presso le sedi secondarie, oppure attraverso comunicazione scritta per e-mail, con un preavviso minimo non inferiore a dieci giorni. L'avviso di convocazione deve indicare la data, il luogo e l'ora dell'adunanza e l'elenco delle materie da discutere.

9.4 Possono prendere parte alle assemblee e votare tutti e soli i Soci maggiorenni che siano in regola con il versamento della quota associativa annuale e  che non siano soggetti a provvedimenti disciplinari in corso.

9.5. L'Assemblea è validamente costituita, in prima convocazione, con la presenza della maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Trascorse almeno 24 ore  dalla prima convocazione, l'Assemblea è valida in seconda convocazione qualunque sia il numero degli associati intervenuti e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

9.6. Ogni Socio ha diritto ad esercitare un solo voto e può rappresentare, mediante delega scritta, non più di un altro associato. Non è ammesso il voto per corrispondenza.

9.7. L'Assemblea è presieduta dal Presidente dell'Associazione o, in caso di sua assenza o impedimento, dal Vicepresidente e nomina, tra gli intervenuti aventi diritto di voto, il segretario. Il presidente dell'Assemblea regola le discussioni e stabilisce le modalità e l'ordine delle votazioni. Se necessario possono essere nominati due scrutatori che, in caso di assemblea convocata per l'elezione del Consiglio Direttivo, non potranno essere scelti tra i candidati. 

9.8. Di ogni Assemblea dovrà essere redatto apposito verbale firmato dal presidente dell'Assemblea, dal segretario della stessa e, ove nominati, dagli scrutatori. Copia del verbale deve essere messo a disposizione di tutti gli associati con le modalità ritenute più idonee dal Consiglio Direttivo a garantirne la massima pubblicità.

10  CONSIGLIO DIRETTIVO

10.1 Il Consiglio Direttivo attua le finalità del presente Statuto e le deliberazioni dell'Assemblea.

10.2. Nel rispetto del presente Statuto sono espressamente attribuite al Consiglio Direttivo, tra le altre, le seguenti competenze:

  • convocazione dell'Assemblea;

  • redazione del bilancio consuntivo da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea, riferendo sull'attività svolta e su quella in programma;

  • deliberazioni sulle domande di ammissione dei nuovi Soci e sui provvedimenti disciplinari e di radiazione;

  • determinazione delle quote che i Soci debbono versare annualmente;

  • designazione dei collaboratori preposti alle varie attività.

11  COMPOSIZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

11.1 Il Consiglio Direttivo è composto da tre a sette membri eletti dall'Assemblea. Nel corso della prima riunione il Consiglio eletto nomina, tra i propri componenti, il Presidente, il Vicepresidente ed il Segretario, attribuendo ad uno di essi le funzioni ed i compiti di tesoriere. Tutti gli incarichi si intendono a titolo gratuito.

11.2 Possono far parte del consiglio direttivo tutti gli associati maggiorenni che non abbiano riportato condanne passate in giudicato per delitti non colposi e che siano in regola con il pagamento delle quote associative al momento dell'elezione. Non sono eleggibili, e se eletti decadono automaticamente, gli associati che ricoprono cariche sociali in altre associazioni o società sportive dilettantistiche che siano affiliate alla medesima Federazione Sportiva o Disciplina Associata di appartenenza, ovvero ad Enti di promozione riconosciuti nell'ambito della medesima disciplina sportiva.

11.4 Il Consiglio Direttivo dura in carica quattro anni ed i propri componenti sono rieleggibili.

11.5 . Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qual volta il Presidente lo ritenga necessario oppure quando ne sia fatta richiesta da almeno la metà dei consiglieri in carica; si costituisce validamente con la presenza della maggioranza dei suoi componenti e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. 

11.6. Di ogni seduta dovrà essere redatto apposito verbale firmato da chi ha presieduto la riunione e dal segretario della stessa.

11.7 . Nel caso vengano a mancare uno o più membri del Consiglio, anche per decadenza  dalla carica a seguito di assenze ingiustificate per almeno tre sedute consecutive, il Consiglio stesso provvederà alle nuove nomine scegliendo, in ordine di preferenze ricevute e, in caso di parità, di anzianità associativa, tra i candidati non eletti all'ultima Assemblea elettiva; le nomine dovranno essere sottoposte a delibera della prima Assemblea utile. Nella impossibilità di attuare la procedura di cui sopra, ovvero qualora l'Assemblea non ratifichi le nomine, il Consiglio in carica decade.  Il Consiglio decade altresì immediatamente quando, per qualunque causa, venga meno la maggioranza dei suoi componenti. In  caso di decadenza del Consiglio i componenti rimasti dovranno convocare, entro venti giorni, l'Assemblea  per l'elezione di un nuovo consiglio e dovranno astenersi dal compiere atti diversi da quelli urgenti e di ordinaria amministrazione.

12. IL PRESIDENTE, IL VICEPRESIDENTE, IL SEGRETARIO ED IL TESORIERE

12.1 Presidente ha la legale rappresentanza dell'Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio e dispone del potere di firma sociale. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo e ne attua le deliberazioni.

12.2 II Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di assenza o di legittimo temporaneo impedimento. Di fronte agli associati, ai terzi ed ai pubblici uffici, la firma del Vicepresidente fa piena prova dell'assenza del Presidente.  In caso di accertato definitivo impedimento o di dimissioni del Presidente, il Vicepresidente provvederà a convocare il Consiglio Direttivo affinché sia indetta l'assemblea ordinaria elettiva dell'associazione.

12.3 Il Segretario dà esecuzione alle deliberazioni del Presidente e del Consiglio Direttivo, redige i verbali delle riunioni ed attende alla corrispondenza.

12.4 Il Tesoriere cura l'amministrazione dell'Associazione, s’incarica della tenuta dei libri contabili e predispone le bozze dei rendiconti.

13 . ANNO SOCIALE

13.1.L'anno sociale e l'esercizio finanziario iniziano il 1° gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.

14  BILANCIO.

14.1 Il Consiglio Direttivo redige e sottopone all'Assemblea il bilancio  consuntivo .

14.2. Il bilancio deve essere redatto con chiarezza nel rispetto del principio di trasparenza nei confronti degli associati. Il bilancio consuntivo deve deve rappresentare in modo veritiero e corretto la complessiva situazione patrimoniale ed economico-finanziaria dell'Associazione,

14.3 . Copia del bilancio dovrà essere messo a disposizione di tutti gli associati all'atto della convocazione dell'Assemblea che dovrà approvarlo; dopo l'approvazione resta tra gli atti dell'Associazione a disposizione degli associati.

15 . TRASFORMAZIONE E SCIOGLIMENTO

15.1 In deroga a quanto previsto all'art.9 l'Assemblea che deliberi  sull'eventuale trasformazione dell'Associazione in altro ente o società, o sullo scioglimento dell'Associazione, dovrà essere convocata con un preavviso minimo non inferiore a quindici giorni e gli avvisi di convocazione, oltre che affissi presso la Sede Sociale e presso le sedi secondarie, dovranno essere inviati agli associati a mezzo di raccomandata semplice.

15.2. L'Assemblea è validamente costituita, sia in prima che in seconda convocazione, con la presenza di almeno due terzi degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con il voto favorevole dei tre quarti (¾) dei presenti.

15.3 Le deliberazioni di cui sopra sono comunque nulle qualora la trasformazione o lo scioglimento non fossero stati espressamente indicati negli avvisi di convocazione tra le materie da trattare.

15.4 . In caso di scioglimento il Patrimonio dell'Ente sarà devoluto ad altra Associazione con analoga finalità sportiva o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art.3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

16 NORMA FINALE

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si applicano, per quanto riguarda l'attività sportiva, lo Statuto ed i regolamenti delle Federazioni, delle Discipline Associate e degli Enti di Promozione Sportiva di appartenenza nonché, per le restanti attività, le norme del Codice Civile e delle leggi speciali in materia.

Rete di collaborazioni

  • AUSL di Bologna Servizio di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza  (NPIA)
  • Comune di Crevalcore (Bo)
  • Istituto Comprensivo di Crevalcore (Bo)
  • Centro Yoga Aria (Bo) www.ariayoga.it
  • Gesser Bimbi Molinella (Bo)
  • Associazione ''Le Valli di Lila'' progetto Coltivare il benessere
  • Comune di Bologna - Istituzione Educazione e Scuola
  • Comune di Monterenzio (Bo) - Progetto Essere nel benessere
  • Ass.Onlus " L'Isola che c'è"  www.lisolache.it
  • CEPS Onlus Centro Emiliano Problemi Sociali-Trisomia 21 www.ceps.it

 

ARKIS E' TRA LE ASSOCIAZIONI AUTORIZZATE DALL'ISTITUZIONE EDUCAZIONE E SCUOLA  A PROPORRE E REALIZZARE PROGETTI NEI SERVIZI EDUCATIVI 0-6 DEL COMUNE DI BOLOGNA E PERCORSI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE

ARKIS E' INSERITA NEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE DI MONTERENZIO (BO) www.comune.monterenzio.bo.it