IN RETE CON IL CORPO E LA MENTE AL SERVIZIO DEL BEN ESSERE

Scuola Secondaria

Il pensiero e l'azione educativa della disciplina dello yoga invitano a fermarsi, a prendere tempo, a dare gradualità alle proprie acquisizioni, a darsi degli obiettivi e a raggiungerli, a cominciare una cosa e a terminarla nella consapevolezza delle proprie capacità e dei propri limiti, a soffermarsi sulle cose, a non temere il vuoto, ma a saperne godere, a saper ascoltare, prestare attenzione, concentrarsi su ciò che si fa. Per sviluppare ed elaborare i contenuti dell’esperienza umana e per sviluppare consapevolezza, lo yoga ribalta il principio cartesiano “penso, dunque sono”, a favore di “ho un corpo, mi muovo, dunque sono”.

Questo perché nella filosofia dello yoga  quando si lavora col/sul corpo, si lavora sui corrispondenti stati della mente per indurla consapevolmente a fermezza, equilibrio, flessibilità e precisione.

Lo yoga costringe inoltre a fare i conti con l’idea di tempo, a rallentare, a porsi in ascolto, a concentrarsi, a stare in e nel silenzio; aiuta a mettere pause tra una posizione, un respiro, un pensiero e l’altro poiché è nelle pause e nel vuoto che nasce la creatività, non nella fretta .

Lavorando sugli opposti (stiramenti-contrazioni/rilassamenti-decontrazioni/ immobilità-dinamicità), affina un’attenzione più rilassata nella convinzione che solo modulando gli opposti si può raggiungere l'equilibrio.

Altra caratteristica dello yoga è l’alternanza ritmica tra lavoro e riposo.

La successione delle posizioni si esegue al ritmo della respirazione perché il ritmo del corpo è più lento di quello della mente.

Le attività  indirizzate ai ragazzi delle scuole secondarie partono dal corpo per arrivare con gradualità alla scoperta del mondo interiore perché la definizione e la conoscenza della propria identità passano anche attraverso la consapevolezza della propria interiorità.

Attraverso le posizioni e le tecniche di rilassamento, di concentrazione e di respiro, lo yoga offre l’opportunità di vivere emozioni positive, di sviluppare attenzione e di apprendere in modo più efficace.

Attraverso i percorsi proposti da ARKIS vorremmo suscitare interesse, curiosità e piacere, oltre che  stimolare in particolare gli insegnanti e i genitori ad avvicinarsi e ad approfondire la conoscenza dello yoga e le sue implicazioni educative in modo possibilmente scevro da pregiudizi.

 Il Protocollo d’Intesa sottoscritto nel 1998 tra il Ministero dell’Istruzione e la Federazione Italiana Yoga, che prevede l’introduzione di  percorsi educativi e didattici nelle scuole, consente di proporre alle  istituzioni scolastiche specifici percorsi di lavoro nei quali utilizzare gli “strumenti” propri di questa antica disciplina indiana.

Rete di collaborazioni

  • AUSL di Bologna Servizio di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza  (NPIA)
  • Comune di Crevalcore (Bo)
  • Istituto Comprensivo di Crevalcore (Bo)
  • Centro Yoga Aria (Bo) www.ariayoga.it
  • Gesser Bimbi Molinella (Bo)
  • Associazione ''Le Valli di Lila'' progetto Coltivare il benessere
  • Comune di Bologna - Istituzione Educazione e Scuola
  • Comune di Monterenzio (Bo) - Progetto Essere nel benessere
  • Ass.Onlus " L'Isola che c'è"  www.lisolache.it
  • CEPS Onlus Centro Emiliano Problemi Sociali-Trisomia 21 www.ceps.it
  • Comune di San Lazzaro - Servizi educativi per la scuola e per l'infanzia. www.comune.sanlazzaro.bo.it
  • Scuola di Pace Quartiere Savena
  • Centro yoga Melograno  www.centromelograno.it
  • Associazione Selene Danza Contemporanea www.selenecentrostudi.it

 

ARKIS E' TRA LE ASSOCIAZIONI AUTORIZZATE DALL'ISTITUZIONE EDUCAZIONE E SCUOLA  A PROPORRE E REALIZZARE PROGETTI NEI SERVIZI EDUCATIVI 0-6 DEL COMUNE DI BOLOGNA E PERCORSI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE

ARKIS E' INSERITA NEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE DI MONTERENZIO (BO) www.comune.monterenzio.bo.it